GEMMA APP. 1

SCILLA-CENTRO
Appartamento in residence, arredato con aria condizionata, soggiorno animali, affitti a giorni in bassa stagione.

Chiamaci subito 0965704296

Scilla
Quartiere San Giorgio Via Orto Monaci App.to in residence al 1° piano composto da: cucina-soggiorno con divano letto con cucina componibile completa di forno, frigo e congelatore, camera da letto matrimoniale con finestre, bagno  con piatto doccia, ripostiglio.


Attrezzature:
divano letto doppio, 1 letto matrimoniale, cucina a gas componibile completa di forno, frigo e congelatore, armadio 4 ante, 2 comodini, 2 abajour, porta Tv, TV 14’’, panca, Aria Condizionata in ogni stanza, autoclave e serbatoio, Posto auto in strada comunale.


Distanze dal Residence percorso stradale:

Tabacchi Giornali mt 200, Spiaggia attrezzata e libera mt 700, super mercato mt 400, Alimentare mt 200, Sportello Bancomat mt 500, Ospedale mt 400, Farmacia mt 200, Bar mt 200, Accesso autostrada mt 500, piazza paese mt 100, municipio mt 100, ristoranti e pizzerie mt 700, Ferrovie dello Stato mt 900, Forze dell’ordine mt 500, Chianalea (Borgo dei pescatori) mt 500.


Accesso: il residence 'Gemma del Sud'  è a 100 mt dalla piazza San Rocco, ed ha 2 accessi, quello principale affaccia sulla Via Umberto I mentre, l'accesso secondario dà sulla via Orto Monaci.

SERVIZI
Posti letto 4 Situata CENTRO
Dist. dal mare700 mt. Piscina NO
Aria Condizionata SI Giardino NO
Autostrada a Km 1 Televisore SI
Stazione a Km 1  Scilla Lavatrice NO
Aereoporto a Km 25  Reggio Calabria Terrazzo SI
Tipo di spiaggia SABBIA LIBERA Veranda NO
Parcheggio NO Animali SI
FOTO

PRENOTAZIONI
* Nome
* Cognome
Indirizzo Citta'
Telefono
* E-mail
Periodo soggiorno
Da:        A:
Adulti:            Bambini:
Richiesta
 
    
* Si informa che i dati inviati saranno trattati nel rispetto della Privacy
ai sensi del D.Lgs 196/03.

Inizia Sconti Vacanze a Scilla

dal 1 gennaio fino al 15 marzo potrai prenotare le tue vacanze a Scilla, con sconti del 20 %

se prenoti almeno per 2 settimane includendo nelle tue vacanze una escursione per 4 persone

nei borghi dell’area grecanica (Palizzi,Bova,Pentidattilo, Galliciano di Condofuri)

Per avere MAggiori Info chiama al 0965704296 —

Share

Bozza automatica

In calabria sono stati riconosciuti nel 2009 come forma di ricettività alberghiera in italia sono invece oramai una decina d’anni che le regione  si sono dotate di questo strumento legislativo per avere delle risorse turistiche da incentivare.

L’Albergo Diffuso è caratterizzato dalla dislocazione delle camere all’interno del centro storico di qualsiasi paese,

il motivo principale sarebbe mantenere l’identità caratteristica di ogni luogo senza stravolgere  il paesaggio .

In calabria si adatto bene ai numerosi centri storici come Chianalea , Bova , Gerace e Tropea.

In breve si usufruisce di servizi di tipo alberghiero ( pulizia, biancheria, catering ) ma in  casa ristrutturate da ospitare camere con bagni .

 

Share

Nasce il gruppo di Protezione Civile di Scilla

Share

Vacanze nella Costa Viola

Vacanze nella Costa Viola

La Costa Viola si trova nella parte merdionale del tirreno calabrese precisamente in provincia di Reggio Calabria nei comuni di ( scilla, bagnara, Palmi , Villa SG, Reggio e Seminara) .

Perchè costa Viola ?

Il nome costa viola perchè in determinate ore del giorno di solito al tramonto ed in estate il mare che si trova di fronte ai comuni di Scilla e Bagnara si colore di quel Blu  quasi violaceo , questo perchè nella costa sono presenti moltissimi terrazzamenti con vitigni , che riflettono il loro colore sul mare .

Costa Viola Vacanze

Le vacanze nella costa viola sono conosciute sopratutto per mare pulito , i numerosi riconoscimenti come bandiera blu , le vele di lega ambiente la forte presenza  di posidonia oceanica permettono al mare della costa viola d’essere uno dei piu puliti della calabria.

Cultura e tradizione

I Borghi dei pescatori presenti nella costa viola portano avanti le tradizioni marinaresce piu antiche del mediterraneo ,come la pesca del pesce spada  che inizialmente veniva fatta su delle barche a remi dette Luntri  che con l’aiuto del cosidetto bandieraturi appostato sopra dei puntoni segnalava la presenza del pesce spada.

 

 


 

Share

I Bronzi di Riace non si Toccano

Il Nuovo Ministro Galan valutà la possibilità di utilizzare i Bronzi come promozione turistica  e culturale  dell’ Italia nel mondo, come idea pensiamo sia buona , I bronzi di Riace sono ormai il simbolo di Reggio Calabria , come il Duomo è per Milano, Piazza San Marco di Venezia, Il colosseo per Roma.

Proponiamo un Tour dei Bronzi di Reggio Calabria per il mondo solo in quei Musei  privi di reperti archeologi dell’era greca , puntando sul luogo di ritrovamento cioe Riace ed il Luogo di Conservazione Reggio Calabria , quindi io creerei un area tematica sulla Regione Calabria con foto delle nostre aree Turistiche  con all’interno i Bronzi di Riace che faranno da attrattore  turistico . Questo potra fare conoscere oltre che i soli bronzi anche località  come Scilla, la Costa Viola, Reggio Calabria , Tropea , Le castelle ,anche le aree turistiche del parco dell’aspromonte , l’area grecanica, le serre Vibonesi . Sfruttare al massimo il valore dei Bronzi come strumento di comunicazione di una comunità quella Calabrese che non è solo la sede dei Bronzi di Riace ma anche  una bellissima meta turistica italiana.

Share

Bozza automatica

“Dall’Aspromonte a Porta Pia.

I Borbone, Pio IX e Garibaldi”


Memorabilia dalle collezioni Carafa Jacobini, Ruffo di Calabria ed altre raccolte

Data:
24/02/2011 (All day) - 23/03/2011 (All day)
Dettagli:

La mostra “Dall’Aspromonte a Porta Pia. I Borbone, Pio IX e Garibaldi”,  inaugurata il 24 febbraio nel Castello Ruffo di Scilla per celebrare i 150 anni trascorsi dall’Unità d’Italia,

. In primo luogo perché invece di soffermarsi esclusivamente sui fatti dell’epopea risorgimentale in un’ottica post-unitaria e sabauda, cioè dalla parte esclusiva dei vincitori, è focalizzata sui due principali stati della penisola che dopo secoli o addirittura millenni – nel caso della Chiesa -, si dissolsero tra il 1860 e il 1870, cioè il Regno delle Due Sicilie e lo Stato Pontificio.

È una mostra di opere d’arte, di preziosi e rari cimeli, dipinti, sculture, ma soprattutto memorabilia nel settore delle arti decorative, tra cammei e miniature, realizzati in tutte le tecniche, con tutti i materiali più preziosi e per raffinati oggetti d’uso, come spille, tabacchiere, medaglie e piatti, intarsiati e istoriati con i ritratti dei re e di Pio IX (l’ultimo papa-re), ma anche di Garibaldi e Vittorio Emanuele II.

 

Altra significativa presenza, particolarmente per la nostra provincia e per il luogo che ospita la mostra, è costituita da alcuni ritratti settecenteschi dei principi di Scilla, tra cui il capolavoro di Francesco De Mura raffigurante Guglielmo Ruffo, gentilmente concessi in prestito dal principe Fulco Ruffo di Calabria e che per la prima volta dopo duecento anni tornano nel luogo che li custodiva gelosamente sino ai primi dell’Ottocento. Sono poi esposte opere che riguardano Garibaldi, l’Eroe dei due mondi, vero protagonista ideale del Risorgimento e del processo unitario, tra cui la Battaglia del Volturno del pittore calabrese Cefaly, proveniente dalla Pinacoteca di Reggio Calabria.

Chiude la mostra, accanto al grande dipinto di Cammarano con la ‘Presa di Porta Pia’, un inedito ‘Ritratto di Bambino in veste di Garibaldi’, che esprime tutto l’ottimismo e la speranza nei confronti del futuro della patria. Un messaggio sotto certi aspetti ancora attuale, soprattutto nei confronti di confuse idee separatiste recentemente riemerse.

“Dall’Aspromonte a Porta Pia. I Borbone, Pio IX e Garibaldi”
Memorabilia dalle collezioni Carafa Jacobini, Ruffo di Calabria ed altre raccolte
a cura di Susanna Marra, Massimo Carafa Jacobini, Francesco Petrucci
dal 24 febbraio al 15 marzo 2011

 

Share

Regata di Reggio Calabria ” Settimana Azzurra

Se ti serve una Sistemazione in Hotel -Beb and Breakfast- Casa Vacanza

Rivolgiti con Fiducia alla Nostra Agenzia LoveCalabria tel 0965704296-

per ricevere un preventivo .

Nella settimana tra il 23 ed il 1 Novembre il circolo velico di reggio calabria organizza

la Settimana Azzurra,

Gli eventi che si svolgeranno a Reggio Calabria sono di caratura nazionale e internazionale e si terranno nelle acque antistanti il Lungomare Falcomatà. Regateranno le giovani leve della vela internazionale e gli affermati velisti del panorama nazionale portando in città 200 imbarcazioni e un indotto di circa mille persone. La grande novità quest’anno è rappresentata dall’assegnazione da parte della Federazione Italiana Vela di due manifestazioni Open, di rilievo nazionale come l’Italia Cup e la Coppa dei Campioni.
«Quest’anno, per la prima volta, alla Mediterranean Cup avremo la partecipazione dello Yachting Club del Principato di Monaco, tra i circoli velici più importanti al mondo. Agli eventi in mare, si affiancheranno tutta una serie di servizi che guarderanno alla promozione della vela e del territorio: gli studi effettuati parlano di una ricaduta positiva stimabile in 200 mila euro», sono state le parole di benvenuto del presidente Carlo Colella.
L’ampio parco imbarcazioni previsto al via, renderà necessario l’utilizzo delle strutture del Lido Comunale come area tecnica, concessa dall’amministrazione comunale, dove si insedierà il villaggio che si arricchirà di manifestazioni collaterali, tra cui l’annullo filatelico da parte di Poste Italiane; se sul piano spettacolare per i semplici curiosi sarà facile seguire le regate dal Lungomare, l’impegno organizzativo della FIV Sesta Zona, presieduta da Fabio Colella, andrà ben oltre, con un sistema gps che trasmetterà su internet in diretta lo svolgimento delle regate, per aprire e rendere accessibile la vela al grande pubblico.

Programma

23 – 24 Ottobre 2010
26° Mediterranean Cup
Internazionale della classe Optimist e Laser 4.7

28 Ottobre – 1 Novembre 2010
“Italia Cup Laser”
Regata Nazionale

31 Ottobre – 1 Novembre 2010
Coppa dei Campioni Laser

Share

La Guida Blu 2010 assegna 4 vele a Scilla

Ancora una volta Scilla supera tutti per il suo mare pulito ed il suo ambiente sano .

Clicca per vedere le uniche località della calabria con le 4 vele blu di Legambiente .

Share

Carmen Santagati Vs Pasqualino Ciccone

Sulla Gazzetta del Sud in questi giorni rimbalzano le polemiche sulle prossime comunali a Scilla ,da una parte Pasquale Ciccone fratello del Sindaco uscente dall’altra la candidata leghista al parlamento europea Dott.essa Carmen Santagati .

Ecco l’articolo di Calabria Ora

Staffetta tra i Ciccone. Pasqualino candidato Pd
Il fratello del sindaco correrà alle prossime comunali
Nella primavera del 2011 i cittadini scillesi saranno chiamati alle urne a scegliere il nuovo consiglio comunale. A quasi un anno da questo importante appuntamento elettorale, cominciano a farsi i primi nomi sui prossimi candidati a sindaco. È il partito democratico il primo ad uscire allo scoperto, ufficializzando la candidatura di Pasqualino Ciccone, già sindaco nei primi anni ’90. Si confermano così le voci che già da tempo circolano nel paese sulla candidatura del fratello dell’attuale sindaco Gaetano Ciccone, il quale, avendo compiuto due amministrazioni consecutive, è impossibilitato a ripresentarsi alle elezioni. <<Una continuità con l’operato dell’Amministrazione uscente>>  è stata la scelta del Direttivo del circolo “Rocco Ciccone”, <<dopo aver preso in esame la situazione socio-economica della Città>>. Questo è quanto risulta dal comunicato stampa, a firma del segretario del Pd scillese Antonino Vita. Una proposta di continuità che prevede  comunque <<novità operative per superare ritardi, correggere errori e rilanciare lo sviluppo del paese anche in presenza della grave congiuntura della crisi economica che il Mondo attraversa e che sta provocando nella vita degli Enti Locali anche la indiscriminata politica di tagli alle spese operata dal Governo>>. Per tali ragioni, il Partito Democratico di Scilla chiede <<a tutte le Forze politiche e sociali, alle associazioni culturali e del volontariato, ai singoli cittadini interessati ad operare per il rilancio del Paese, una collaborazione ed una alleanza strategica>>.
Con chi si sfiderà Pasqualino Ciccone per la corsa a primo cittadino? Un politico navigato o una new entry? Ufficializzato il primo candidato, i cittadini attendono di conoscere gli altri nomi di coloro che ambiscono a guidare la cittadina per i prossimi cinque anni. Si apre così la competizione dove in ballo c’è il futuro di Scilla.

Share

Incoming Agency Calabria

LoveCalabria Incoming

LoveCalabria di Gaietti >Rocco

tel 0965704296-fax 1786044333-0965704307

via Umberto I n 12 Scilla Rc.

Offre i seguenti servizi :

Transfer da e per Aeroporti

Escurisioni  con interprete turistico ,

Escursioni nello Stretto di Messina per vedere la Caccia del PesceSpada

Passeggiata Culturale a Scilla con la visita di tutte le Chiese , il  Castello dei Ruffo e Chianalea.

Pacchetti Turistici  a Scilla

Escursioni nel Parco d’Aspromonte (cascate dell’amendolea, Raccolta Funghi Ecc)

Visite Guidate al Museo ed a Reggio Calabria.

Share

Rocco Picone Cavalliere a 78 anni

I nostri più cari auguri a Mpari Roccu Picone
Onorificenze al merito della Repubblica
Picone cavaliere a 78 anni

Un lavoratore <<simbolo di quella Calabria pulita e operosa>>
Uno scillese  insignito dell’onorificenza al merito della Repubblica Italiana .
Nel corso della cerimonia di consegna, svoltasi lo scorso martedi alla Provincia, tra i quindici reggini (un commendatore, 3 ufficiali e 11 cavalieri del lavoro) a cui è stato assegnato il prestigioso titolo onorifico, vi è Rocco Picone. Si tratta di una riconoscenza, conferita dal Capo dello Stato, ad anni di onorata carriera allo scopo di «ricompensare benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle scienze, delle lettere, delle arti, dell’economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte a fini sociali, filantropici e umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari».  Onorificenza che Picone si è meritato, con anni di lavoro agricolo e impegno politico,sociale e nell’associazionismo, simbolo di quella Calabria “pulita e operosa”, come ha anche sottolineato il prefetto Varratta rivolgendosi ai quindici insigniti. <<Non mi aspettavo all’età di 78 anni di ricevere questo importante riconoscimento, che lascio ai posteri come esempio di onestà e umiltà>>. Sono le parole di Picone pronunciate mentre con orgoglio tiene in mano la targa, che lo dichiara Cavaliere al merito della Repubblica Italiana, ricevuta direttamente dall’On. Maria Grazia Laganà. La pratica è stata avviata nell’ottobre 2008 per iniziativa di Antonio Cambareri del Laboratorio politico-culturale “G. Pirrotta”, di cui Picone è socio fondatore.
Dopo avere preso in mano fin giovanissimo le redini dell’azienda agricola familiare, Picone con il suo lavoro di sperimentazione e ricerca ha favorito lo sviluppo di una vasta area del territorio agricolo scillese, in particolare per quanto riguarda la coltivazione della vite di zibibbo. Attualmente è presidente della Cooperativa Enopolis, impegnata nella valorizzazione della Costa Viola e nella produzione del vino “Armacia”. Nella pubblicazione del libro “Nato per Caso” racconta il variegato e colorito universo delle tradizioni popolari scillesi. Nella politica è stato militante fino agli anni ’80 nella DC. Fra i tanti impegni sociali, ricordiamo quello nell’Associazione Emigrati che tiene i rapporti con gli scillesi residenti all’estero, il suo impegno per la ricostruzione della Chiesa di San Rocco e il suo contributo letterario al periodico parrocchiale “Insieme costruiamo la comunità”. Giusy Nuri (Calabria Ora 4/06/10) torna sopra

Onorificenze al merito della RepubblicaPicone cavaliere a 78 anniUn lavoratore <<simbolo di quella Calabria pulita e operosa>>Uno scillese  insignito dell’onorificenza al merito della Repubblica Italiana . Nel corso della cerimonia di consegna, svoltasi lo scorso martedi alla Provincia, tra i quindici reggini (un commendatore, 3 ufficiali e 11 cavalieri del lavoro) a cui è stato assegnato il prestigioso titolo onorifico, vi è Rocco Picone. Si tratta di una riconoscenza, conferita dal Capo dello Stato, ad anni di onorata carriera allo scopo di «ricompensare benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle scienze, delle lettere, delle arti, dell’economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte a fini sociali, filantropici e umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari».  Onorificenza che Picone si è meritato, con anni di lavoro agricolo e impegno politico,sociale e nell’associazionismo, simbolo di quella Calabria “pulita e operosa”, come ha anche sottolineato il prefetto Varratta rivolgendosi ai quindici insigniti. <<Non mi aspettavo all’età di 78 anni di ricevere questo importante riconoscimento, che lascio ai posteri come esempio di onestà e umiltà>>. Sono le parole di Picone pronunciate mentre con orgoglio tiene in mano la targa, che lo dichiara Cavaliere al merito della Repubblica Italiana, ricevuta direttamente dall’On. Maria Grazia Laganà. La pratica è stata avviata nell’ottobre 2008 per iniziativa di Antonio Cambareri del Laboratorio politico-culturale “G. Pirrotta”, di cui Picone è socio fondatore.Dopo avere preso in mano fin giovanissimo le redini dell’azienda agricola familiare, Picone con il suo lavoro di sperimentazione e ricerca ha favorito lo sviluppo di una vasta area del territorio agricolo scillese, in particolare per quanto riguarda la coltivazione della vite di zibibbo. Attualmente è presidente della Cooperativa Enopolis, impegnata nella valorizzazione della Costa Viola e nella produzione del vino “Armacia”. Nella pubblicazione del libro “Nato per Caso” racconta il variegato e colorito universo delle tradizioni popolari scillesi. Nella politica è stato militante fino agli anni ’80 nella DC. Fra i tanti impegni sociali, ricordiamo quello nell’Associazione Emigrati che tiene i rapporti con gli scillesi residenti all’estero, il suo impegno per la ricostruzione della Chiesa di San Rocco e il suo contributo letterario al periodico parrocchiale “Insieme costruiamo la comunità”. Giusy Nuri (Calabria Ora 4/06/10)

Share